01 02 03 01 02 03

Lo studio approfondito dei grandi classici della cultura italiana e internazionale, invoglia Cosimo a intraprendere
questo nuovo percorso.

Inizia così a scrivere una serie di poesie. Nel 2003  riceve il premio Letterario Nazionale “Emanuele Casalini”
con la poesia  “A mio Padre”.

In seguito dopo un lungo percorso di  autoanalisi nasce  “Sumino o’Falco  – autobiografia di un ergastolano”.
Come dichiarato dall’autore: "La scelta è nata da un'inconsapevole necessità di gridare al mondo, dopo la
condanna all'ergastolo, che esistevo ancora. Che ero vivo e non volevo essere dimenticato.
Poi, durante la scrittura, mi sono reso conto che solo raccontando con sincerità le mie debolezze, i miei errori, 
esponendomi a giudizi e critiche anche severe avrei potuto tentare di liberare il male che giaceva in un angolo 
del mio animo per ricominciare a vivere una nuova vita".

 

“Nel silenzio dei giorni”


Raccolta di poesie

2003

Autore/i: Cosimo RegaPatrizia Lanzalaco

Editore: Quasar

Collana: Segmenti

 

L’autore ha partecipato con questa racolta di poesie nel 2003 al II° Premio Letterario Nazionale "Emanuele Casalini", riservato ai detenuti delle carceri italiane, vincendo il secondo premio con la poesia “A mio padre”.

29 settembre. Roma-Salerno


Racconto

2011

Pubblicato in

VOLETE SAPERE CHI SONO IO?


Racconti dal carcere


a cura di Antonella Bolelli Ferrera

Autori: vari


Data di uscita: 15 marzo 2011


Casa Editrice: Mondadori


Collana: Piccola Biblioteca Oscar

Sumino 'o falco

Autobiografia di un ergastolano

Romanzo

2012

Casa editrice: Robin edizioni

 

“ Ho impiegato quattro anni a scriverlo. Uno dei motivi che

mi ha spinto a raccontarmi credo sia stata la necessità di capire chi

fossi veramente. Avvertii la necessità di fare un lungo viaggio

dentro di me che mi portasse a comprendere il grande dilemma

dell’apparire di cui ero stato superbamente vittima, e l’essere

fragile che ero stato. Un lungo viaggio nei miei “buchi neri” che

dominavano la mia personalità. È costata tanta sofferenza, ma ne è

valsa la pena.”

Temporale

Racconto

2012

Pubblicato in

SIAMO NOI, SIAMO IN TANTI


Racconti dal carcere


a cura di Antonella Bolelli Ferrera

Autori: vari


Data di uscita: 29 Maggio 2012

Casa Editrice: RaiEri

 

Il racconto ha partecipato al II°  premio letterario Goliarda

Sapienza “Racconti dal carcere” e premiato con  una menzione speciale